Seleziona una pagina

Analisi

Indagine conoscitiva del territorio, della storia, delle caratteristiche costruttive del tessuto edilizio e dell’impianto urbanistico di Norbello.

Progettazione

Definisce gli interventi consentiti sul patrimonio edilizio del centro matrice di Norbello e fornisce le linee guida di progetto dello spazio pubblico.

Iter

Descrive l’iter procedurale seguito dal Piano a partire dalla sua redazione sino all’approvazione ed attuazione.

Il piano

La particolarità del Centro Storico e del Centro matrice di Norbello che si distingue da molti altri centri storici è quella di avere ampie parti del proprio nucleo di prima formazione direttamente confinanti con la zona agricola e con bassi indici di edificazione.

La superficie complessiva del Centro storico (Zone A1, A2 e Centro matrice) è pari a 214.793 mq, di cui 159.707 mq in Centro Matrice e 111.866 mq in zona A1 (parzialmente coincidenti e sovrapposti). Gli isolati ricadenti all’interno del Centro Storico e Centro Matrice sono 37 e comprendono un totale di 320 unità edilizie. Le aree comprese all’interno dell’insediamento storico sono oggi riconosciute come bene culturale ed economico che la società deve preservare, tutelare, conservare e tramandare alle future generazioni, in quanto preziosa testimonianza del vissuto di un’intera comunità.

L’amministrazione comunale, con la redazione del nuovo Piano Particolareggiato, si propone di valorizzare e salvaguardare, attraverso interventi di riqualificazione e recupero del tessuto tradizionale ed urbano, i caratteri originari ed identitari dell’abitato di Norbello e di tutti gli elementi di particolare interesse storico ed architettonico.

È possibile consultare le Tavole e le Schede descrittive dei singoli isolati in maniera semplice ed interattiva. Tramite i navigatori presenti nello speciale, dopo aver selezionato il comando “ottieni informazioni sulla feature” (contraddistinto dalla lettera i), è sufficiente cliccare sull’isolato di interesse e scegliere nella finestra d’informazioni, che si apparirà in mappa, il link desiderato.

Il Piano Paesaggistico Regionale (PPR) ha definito, in accordo con gli Enti Locali, le perimetrazioni dei Centri Matrice, ambiti di tutela che comprendono l’edificato presente nelle carte catastali storiche, le trasformazioni e sostituzioni edilizie che il tessuto urbano ha subito nel corso degli anni ed i centri di fondazione moderni e contemporanei.

La Regione Sardegna da tempo promuove politiche di valorizzazione e tutela dei centri storici, da realizzarsi attraverso interventi di recupero, di riqualificazione e di riuso degli insediamenti nel rispetto dei valori socioculturali, storici, architettonici, urbanistici, economici ed ambientali. Lo strumento individuato per riconoscere, valorizzare e salvaguardare i caratteri originari ed identitari dell’abitato è il Piano Particolareggiato.

(disponibili a breve)

%

Indagine conoscitiva

%

Progettazione

%

Condivisione

%

Iter d'approvazione

Il progetto

Il Piano Particolareggiato è lo strumento urbanistico attuativo, progettuale e operativo che consente di individuare le caratteristiche del tessuto edilizio del Centro di antica e prima formazione al fine di tutelarne i valori storico, architettonici ed urbanistici e di disciplinarne il recupero, la riqualificazione e, ove consentito, le nuove edificazioni. È finalità del Piano, inoltre, promuovere il decoro dello spazio pubblico urbano e la riqualificazione degli elementi incongrui e dare orientamenti precisi per le trasformazioni future.

La stesura del Piano Particolareggiato ha presupposto una fase propedeutica di conoscenza del territorio, del centro urbano, delle tecniche costruttive tradizionali, della storia di Norbello. Fondamentali, in questa fase del lavoro, le attività d’indagine diretta e di rilievo mirate alla ricerca, alla schedatura e all’analisi di tutti gli elementi caratteristici del patrimonio edilizio esistente.

Il Piano si completa con la fase progettuale, che definisce destinazione d’uso del patrimonio edilizio esistente e da edificare e stabilisce gli interventi consentiti all’interno del centro matrice orientando ogni scelta verso un’elevata qualità paesaggistica e qualità urbanistico-architettonica.